Marcelloni in arte

 

Bruno Marcelloni nasce ad Assisi; nel 1959 si diploma all'Istituto Magistrale e nello stesso tempo è allievo del maestro del disegno E. Dragutescu; nel 1961 si diploma all'Istituto d'Arte di Perugia. Nel 1962 inizia a frequentare l'Accademia di Belle Arti di Roma dove è allievo di L. Montanarini.

Negli anni 1963 - 64 - 65 vince il I, il II e il IV premio del concorso "Mad. Olivo" ad Assisi. Dal 1964, per 4 anni è allievo per il disegno e la pittura dell'artista americano W. Congdon (ne apprende l'essenzialità del disegno e la sinteticità della forma pittorica).
Nel 1966 è premiato con lo medaglia città di Roma alla IV Mostra Nazionale d'Arte Mariana ad Assisi.
Nel 1968 tiene una mostra personale di disegni a Parigi alla Galleria R. Duncan.
Nel 1969 viaggia negli USA, visita il Museo d'Arte Moderna di New York; viene a diretto contatto con le opere degli astrattisti americani: B. Newman, E. Kelly, K. Noland, Rotko, Dibenkorn, F. Stella, e conosce il graphic designer del MoMA H. Rosenthal e lo scultore F. Carlson.
Nel 1971 conosce A. Pace che presenterà la sua mostra alla Galleria AL 2 di Roma; espone poi insieme a E. Montuori, l'architetto della Stazione Termini di Roma.
Nel 1973, dopo un lungo viaggio negli USA, espone a Caserta le "strutture spaziali" con i saggi critici di A. Bovi, L. Marziano, A. Pace, V. Saviantoni e I. Tomassoni.
Alla fine degli anni '70 si laurea in Psicologia ed inoltre si specializza al Centro Italiano di psicologia Clinica di Roma.
Nel 1978 conosce L. Patella che gli presenterà il libro di poesia visiva "L'Agio Conta". (commenti di S. Orienti, A. Gilardi, B. Munari, G. Dorfles).
Nel 1988 è invitato dal Presidente della Repubblica di Cipro (Nord) a tenere una mostra personale nella capitale dell'isola.
Nel 1990 B. Corà presenta i suoi lavori alla Rocca Paolina di Perugia, in un catalogo che raccoglie 25 anni di attività.
Nel 2005 partecipa ad una mostra collettiva in Perugia con gli artisti: P. Dorazio, M. Staccioli, N. Caruso, ecc.
Sempre nello stesso anno organizza ad Assisi una mostra antologica presentata da Vittorio Sgarbi.

Dal 2005 al 2011 vince tre primi premi in mostre nazionali.

Nel 2011 partecipa alla Biennale di Venezia ( sezione Umbria ).